The Legend of Zelda: The Minish Cap

Soluzione: Game Boy Advance

Egeyo, il Cappello Minish


Dopo aver consegnato la spada Minish al ministro Tengaro e aver assistito al sortilegiodi Vaati, dirigetevi ad est, verso la foresta di Tyloria. Dopo aver soccorso il malcapitato Egeyo utilizzate il passaggio Minish per rimpicciolirvi e fate visita ai Minish Silvani (imboccate il tunnel a ovest e cavalcate le ninfee fino al villaggio). Entrate nel tempietto posto a nord e parlate con il sacerdote Amerjin (l'unico in grado di comprendervi) che vi indirizzerà verso il Seme di Favella. Fate una capatina a nord-est del villaggio per recuperare un Frammento di Cuore. Entrate nella costruzione gialla ad ovest e illustrate al Decano Archiardo la vostra situazione. Vi rimanderà da Amerjin, il quale vi aprirà un passaggio segreto.

Il tempietto della foresta


Dopo aver bruciato le piante rampicanti che immobilizzano la botte gigante, sarete in grado di farla ruotare, camminandoci sopra, così da raggiungere la porta in basso a sinistra. Sfruttate il fungo/catapulta per accaparrarvi la mappa del dungeon. Tornate al fungo, ma questa volta non estendetelo fino a fine corsa, in modo da fermarvi sulla passerella intermedia. Spostate il vaso sul congegno e attraversate il ponte. Raccogliete la chiave piccola usando le statue e tornate nella stanza della botte. Raggiungete il settore in alto a destra e sbloccate la porta ad est.

La giara magica


Sbloccate la porta chiusa e sconfiggete lmos (una sorta di Torcibruco) col- pendolo prima sul naso e poi, ripetutamente, sulla coda: riceverete la versatilissima Giara Magica! Raccogliete il Frammento di Cuore (oltre la porta a sud) e uscite. Ora, grazie alla vostra nuova arma, potrete aspirare la sabbia e sbaragliare i Poire (i temibili funghetti rossi che fino a qualche istante prima sembravano imbattibili). Uno dei tasti che scoprirete attiverà un teletrasporto per raggiungere un Frammento di Cuore, mentre gli altri vi doneranno degli scrigni zeppi di conchiglie. Recuperate la Bussola nello scrigno grande, abbandonato nella stanza al secondo piano e tornate alla botte. Come potete notare, una delle aperture è otturata da una ragnatela: sbarazzatevene per mezzo della Giara e lascia- tevi cadere nel vuoto. Aspirate la ninfea e sfruttate la Giara a mo' di propulsore per la vostra barchetta improvvisata. Ali' il incrocio" prendete la via di destra e salite le scale. Liberatevi delle brocche più esterne in modo da avere lo spazio per spingere quelle al centro. Ora siete nella posizione giusta per azionare Il meccanismo e accaparrarvi la chiave piccola. Montate di nuovo sulla ninfea e imboccate la strada in alto. Nella sala dello scrigno rammentate che potete attirare i funghi/fionda con la vostra Giara. Ritornate all'ingresso del dungeon e gettatevi nel teletrasporto azzurro per ricevere un Frammento di Cuore. Ora potete liberare le porte ostruite dalle ragnatele (prima quella di sinistra) e farvi strada verso il boss.

Il grande Chu Chu verde


Sconfiggere questa sorta di gelatina abnorme e molto semplice: aspiratele i"piedi'" fino a quando non comincia a barcollare, evitate i suoi colpi rotolando e infierite a suon di spadate quando finisce a terra. Ora siete in possesso dell'Elemento Zolla e potete tornare dal Decano.

Il fabbro Fusardo


Prima di incamminarvi alla ricerca del fabbro Fusardo, non dimenticate di fare visita a Seaborgio (che abita nel fungo a nord) per farvi dare la Sacca Portabombe. Avviatevi verso Il castello di Hyrule e, una volta raggiunta la piazza del paese, avrete modo di fare la vostra prima fusione. Recatevi nel dojo (la casa con il pulcino sul tetto) per farvi insegnare l'Attacco Vortice da Cuordiferro. Ora che avete imparato questa tecnica, la guardia ad ovest della città vi farà passare tranquillamente. Assicuratevi di avere qualche bomba prima di abbandonare il villaggio.

Il Monte Fez


Dopo aver parlato con il Cespuglio Affari ritornate sui vostri passi e, nei pressi del castello, infilate la scala che conduce nella grotta sotterranea. Piazzate una bomba tra le due Fiaccole e il gioco è fatto. Tornate al monte Fez, riempite d'acqua l'ampolla appena ottenuta e bagnate il seme di fagiolo per far crescere la piantina. Quando incontrerete delle trombe d'aria, aguzzate la vista e scorgerete una parete friabile. Piazzate una bomba e salite. Ripetete l'operazione tra i due tronchi d'albero in cima al ponte a nord e raccogliete un Frammento di Cuore, uno di gioia e qualche rupia. Aspirate i rovi dove i tronchi formano un cerchio (sopra le scale vicino al ponte) e nei paraggi (in modo da liberare una spaccatura nel terreno). Una volta rimpiccioliti, andate a recuperare il fagiolo e piantatelo. Prima di tornare grandi andate a destra ed entrate nella piccola grotta in alto per recuperare un frammento di gioia; poi addentratevi nella fenditura. Seguite il consiglio dello gnomo che abita la casetta sotterranea e tornate alle pendici del monte, in cerca dell'acqua Fez. Una bomba tra i due paletti che si trovano appena sopra il fagiolo più alto, sarà sufficiente a spianarvi la strada verso la fonte verde. Sulla strada di ritorno, aguzzate la vista e troverete, sulla parete a nord (vicino a dove cadono i massi), una crepa che nasconde l'ingresso a una grotta abitata dalle fate. Ora potete innaffiare la vostra piantina e raggiungere la Miniera Fez (lasciate perdere, per ora, la Muraglia). Piazzate una bomba in fondo al ponte per scoprire un passaggio segreto.

L'Anello Salisù


Salite le scale e dirigetevi verso le pendici dei monte (a destra), piazzando la canonica bomba tra i due paletti. All'interno della grotta, il Cespuglio Affari vi venderà l'Anello Salisù. Ora potete arrampicarvi! Discendete la parete di destra e dirigetevi verso la muraglia Fez (a ovest). Arrampicatevi sulla parete fino ad incontrare un terrazzo con un cartello ("Vietato lanciare bombe"). Non seguite il consiglio e piazzatene una tra i soliti paletti. Lanciate una bomba nella fontana per svegliare la fata dormiente e rispondete "nulla" alla sua domanda. Una volta raggiunta la zona dove imperversa il temporale, fate rotolare i massi per tappare il buco che vi divide dalla scala. L'enigma dei blocchi rosa è piuttosto semplice, basta che guardiate il solco lasciato dagli stessi per capire quali si muovano e in che direzione. Nella grotta successiva, eliminate prima i vasi al di là del baratro per aprirvi la strada. Quando arriverete di fronte a un ponticello sospeso nel vuoto, lanciate una bomba oltre il burrone per far comparire la parte mancante e attraversate. Nella stanza con la colonna rosa, utilizzate di nuovo lo stratagemma della pietra rotolante (se prendete male le misure potete comunque uscire dalla stanza e ritentare). Dopo essere riemersi sulla cresta della montagna, rimpicciolitevi e seguite il sentiero che conduce alla miniera. Parlate con il mastro Fusardo per ottenere l'accesso alla Grotta del Fuoco.

La grotta del fuoco


Usate lo scudo per ribaltare i carapaci Spinosi e colpite le bombe impazzite per farle esplodere. Seguite le rotaie e presto vi ritroverete in una stanza occupata dagli Hiplup (le creature con la maschera di ferro). Sterminateli tutti (aspirando la maschera con la Giara) e un passaggio Minish comparirà al centro della stanza. Rimpicciolitevi, imboccate il tunnel superiore (in alto a destra) e proseguite fino alla stanza invasa dalle fiamme, dove un varco nella ringhiera vi permetterà di guadagnare la via al miniaturizzatone. Dissolvete le fiamme con la Giara Magica e recuperate la mappa nello scrigno. Colpite i Kyum (i millepiedi corazzati) e, una volta raggomitolati, spediteli nelle buche (attenti a non farli cascare nella lava, o dovrete rifare tutto da capo). Sfruttate le correnti ascensio- nali per raggiungere lo scrigno posto sul piedistallo e spingetelo dentro la buca dall'altro lato. Entrate nella stanza con il carrello capovolto e seguite i binari fino alla stanza con una crepa nel muro (a sud), dietro cui si cela un Frammento di Cuore. Sbarazzatevi dei Chu Chu Spina colpendoli quando vi attaccano o stordendoli con le bombe, così da ottenere Il Bastone Sottosopra. Usatelo per capovolgere le piattaforme irte di spine e per trasformare le buche nel terreno in trampolini per slanci verticali. Tornate al carrello capovolto, ribaltatelo e montate a bordo. Dopo aver recuperato la chiave, salite nuovamente sul carrello e dirigetevi a nord, dove troverete una porta serrata. Utilizzate il passaggio Minish e dirigetevi verso la spaccatura nel muro di sinistra. Ribaltate anche il secondo carrello e agite sulla leva per spostare i binari. Usate i Kyum per tappare i buchi che vi separano dalla leva e trascinatela verso il foro in fondo alla stanza. Nella sala dello scrigno gigante (che contiene la chiave per accedere al dungeon del boss) calcolate bene i tempi di sosta dei blocchi mobili e capovolgeteli di volta in volta per guadagnare la via verso il baule. Ricorrete alla Giara per spianarvi la strada da ostacoli vari (come le brocche, ad esempio). Giunti dall'altra parte della lava, imboccate prima il passaggio di destra per trovare uno scrigno e poi sfruttate i vortici per raggiungere le terrazze più alte. Governando le correnti in maniera corretta, non dovreste avere problemi a raggiungere lo scrigno.

Gleeok


Assicuratevi di catturare una Fatina prima dello scontro. Muovetevi intorno al drago (magari con la capriola), in modo da farlo scoprire e colpitelo con il bastone sottosopra proprio nel centro del guscio, in modo da farglielo crollare addosso. Una volta a terra, usate il suo collo come ""ponte'" e colpitelo ripetutamente con la spada (fate attenzione a ritornare sulla terra prima che si inabissi nella lava). L'Elemento Fiamma è vostro. Dopo aver recuperato la Spada Nobile da Mastro Fusardo, uscite dalle miniere e saltate dal terrazzo a sinistra, sotto Il miniaturizzatore. Perlustrate bene la zona e troverete un frammento di cuore.

Ritorno a Hyrule


Andate a parlare con il Re e il suo consigliere e questi vi indicheranno la strada verso il Portale dei Cent'anni. Scendete al piano inferiore e presto vi imbatterete in una porta dalla quale filtra la luce: siete arrivati al Santuario. Posizionatevi sul blocco segnato sul pavimento e caricate la spada, per poi duplicarvi. Ripetete l'operazione per uscire dal Santuario. Tornate dal maestro d'armi per farvi insegnare l'attacco "Fra n tuma roccia". Ora che avete la quadrispada potete tornare sul monte Fez per farvi insegnare la mossa Attacco Rotolante, da Mandiferro. Fate visita alla grotta dove il Cespuglio Affari vi ha donato la boccia di vetro, usate la spada per moltiplicarvi e spostate il blocco. Una volta raggiunta la Palude, vi accorgerete che non siete attrezzati per attraversarla. Tornate dunque da Rem, il calzolaio di Hyrule. I suoi aiutanti vi manderanno a cercare il fungo Occhiaperti dalla strega Syrup, a nord della foresta Tyloria. Per raggiungerla, andate verso la Fattoria Lon Lon e recuperate la chiave che Il Fattore ha dimenticato in casa, rimpicciolendovi. In segno di riconoscenza, l'uomo vi aprirà la porta che conduce sul retro della fattoria, in modo che possiate raggiungere il Lago Hylia agevolmente Dopo aver svegliato il calzolaio ed essere entrati in possesso dei Calzari di Pegaso, potete addentrarvi nella Palude Colbacco.

Palude Colbacco


Usate i Calzari per attraversare gli acquitri- ni e dirigetevi a est, e poi a nord, passan- do sotto il ponticello. Eliminate il Titanus Rosso e recuperate il Frammento Dorato. Uscite e arrampicatevi sulla pianta, per poi raggiungere il tronco a nord ovest. Rimpicciolitevi e dirigetevi verso il corso d'acqua, utilizzando la Giara come propulsore per muovervi sulla ninfea. Ora che possedete l'arco, potete tornare dalla Statua di Igor più vicina (a est) e colpirla direttamente nell'occhio, in modo da farla animare (con i tre dardi successivi, invece, la eliminerete) e guadagnare la pianta rampicante per poi gettarvi nel tifone e superare il corso d'acqua. Continuate verso sud est fino ad incontra- re una seconda statua: distruggetela e raggiungete il vortice che vi condurrà al secondo frammento (nella grotta a sud est). Il terzo, invece, si trova in una grotta a nord. Dato che dovreste ormai possedere tutti i frammenti necessari, esplorate la zona più a est e scorgerete tre sta- tue con cui portare a termine le fusioni.

Vestigia di Zefiro


Una manciata di Armos (guardie robot) vi sbarrano di nuovo la strada. Rimpicciolitevi e arrampicatevi al loro interno in modo da azionare i loro meccanismi per poi annientarle a colpi di spada. Con l'ultima, invece, dovrete utilizzare il processo inverso: spegnetela in modo che non si precipiti a bloccarvi la strada.

Bastioni di maestrale


Prendete la porta all'estrema sinistra e scoccate una freccia in direzione dell'occhio nel muro. Nella stanza con le piattaforme mobili, ricorrete di nuovo alle frecce per colpire gli occhi posti ai lati della porta a nord. Ritornate nella stanza precedente e, con lo stesso stratagemma, guadagnate la porta orientale. Dopo esservi sdoppiati e aver spostato il blocco che ostruisce Il passaggio, tirate la leva e una chiave cadrà al primo piano. Buttatevi nella botola per recuperarla. Ora imboccate la porta centrale e proseguite fino ad incontrare due porte chiuse a chiave: prendete quella di sinistra. Ricorrete nuovamente alle frecce per far dispiegare la passerella, prestando attenzione alla mano che cade del soffitto. Sconfiggete il Titanus utilizzando la tattica di prima (sgattaiolategli intorno e colpitelo quando si scopre). Proseguite attraverso la porta che si è appena aperta e, mentre attraversate la balconata, piazzate una bomba tra i due teschi sul pavimento (se controllate la mappa, vi renderete conto che ci sono degli scrigni dietro quel muro). Siete ora in possesso dei Guantoni Talpa. E' tempo di tornare nell'atrio e prendere la seconda porta da destra. Tirate la leva di sinistra per far aprire la porta sul fondo. Salite le scale, recuperate i Frammenti e dirigetevi a nord e poi a ovest. Nella stanza con i teschi, sdoppiatevi e tornate agli interruttori nella stanza precedente, che vi apriranno la porta a nord, oltre la quale troverete un portale Minish. Attivale gli Armos e sbarazzatevene, in modo da liberare la leva. Rimpicciolitevi di nuovo e buttatevi nella botola attraverso cui è caduta la chiave. Entrate nel passaggio a destra e recuperate il Frammento di Cuore (dopo di che, non dimenticate di tornare a raccogliere la chiave). Ora ritornate nella stanza dove avete trovato la mappa e aprite la porta di destra. Attraversate Il ponte con i Calzari di Pegaso prima che scompaia. Dopo aver sconfitto tutti i Floormaster nella stanza adiacente, apparirà un portale Minish. Per ora rimanete a grandezza naturale e proseguite ad est. Posizionate una colonna sull'interruttore in basso a destra e una su quello in alto a sinistra. Sdoppiandovi, invece, potrete occupare gli altri due. Sbloccate la porta a sud ma, prima di attraversarla, tornate nella stanza precedente per rimpicciolirvi. La vostra destinazione è ora il tunnel sulla parete settentrionale, oltre il quale troverete una chiave (usate i Guanti Talpa per raggiungerla). Infilate la porta a sud est e proseguite fino a giungere a una stanza con due botole. Buttatevi in quella di destra e raccogliete la chiave grande. E' tempo di sfidare un curioso robot dal curioso aspetto.

Ois


Colpite entrambe le mani con le frecce e, una volta a terra, tempestatele di colpi di spada. Quando saranno entrambe in avaria, rimpicciolitevi ed entrate nella bocca del robot, in modo da distruggere i suoi meccanismi uno per uno. Dopo il primo tentativo, dovrete farvi strada con i guanti alla ricerca del meccanismo corretto da distruggere e dovrete evitare i raggi che il mostro sprigiona dagli occhi.

La cura degli animali


Teletrasportatevi al Lago Hylia e chiacchierate con il nano che vi darà delle informazioni utili. Ritornate al villaggio e fate visita alla biblioteca. Usate il Bastone Sottosopra per rovesciare il vaso sul terrazzo e rientrate. Andate verso la libreria nei pressi del vecchio e noterete che la via per gli scaffali superiori e interrotta a causa di un libro mancante. Ora tornate a grandezza naturale e parlate con la commessa al piano inferiore (quella di sinistra). Riempite la brocca d'acqua e cercate la casa dell'innamorato (quella con il camino acceso, vicino ai negozi). Versate l'acqua sul fuoco, rimpicciolitevi ed entrate nella canna fumaria: spunterete nella casa della sua fidanzata. Vedete il libro sopra il mobile? Bene, salite sulla scaletta e fatelo cadere, in modo da recuperarlo dopo essere tornati a grandezza naturale. Dopo aver restituito il libro, la bibliotecaria vi indicherà l'ubicazione del secondo cliente "moroso". Per raggiungerlo, dovrete diventare piccoli nel bar vicino al mulino (quello con la tazzina sul tetto), attraversare il fiume sfruttando il ponticello, ritornare alle fattezze naturali nella casa del carpentiere e bussare alla porta del dottore (la casa s trova esattamente dietro a quella del carpentiere). Utilizzate nuovamente lo stratagemma dell'acqua nel camino per aprirvi la strada e rientrate dal dottore in vesti ridotte. Dopo essere usciti sul tetto, Fate visita al Minish che vive nella casetta rossa per poi entrare nella casa dello Straniero. Uscite dal buco sul retro ed entrate nel recinto che ospita i gatti, fino alla fontana del villaggio.

L'interno della Fontana


Prendete la porta a destra e proseguite fino ad incontrare una stanza con quattro colonne e un foro a terra. Usate la bacchetta per trasformarlo in un trampolino e sconfiggete i mostri per ottenere il Polso Forza. Ora siete in possesso dell'oggetto che vi serve per esplorare a dovere la casa del dottore.

Leggende sui Minish


Spingete gli armadi in modo da crearvi una passerella per il foro più alto. Una volta entrati, troverete un Minish intento a spingere un libro per farlo cadere. Pulite la polvere con la Giara e scoprirete dei blocchi da usare con la Spada Nobile per sdoppiarvi. Ora che siete in due avete più peso e potete far cadere il libro.

Tutto sulle maschere


Il terzo libro è stato preso in prestito da Hagar, il sindaco della città. Parlate con lui un paio di volte per ottenere un indizio utile: le maschere! Equipaggiate i Calzari di Pegaso e prendete la rincorsa per poi lanciarvi contro il muro settentrionale, in modo da far cadere tutte le maschere a terra. Ora la via è libera: parlate con i Minish e otterrete un indizio sulla vostra prossima destinazione.

La palafitta del sindaco


Andate alla fattoria Lon Lon e rifate la strada che avevate percorso per raggiungere la strega Syrup, nella foresta Tyloria. Non appena giun- gerete nei pressi dell'antro, noterete che ce un muro friabile dove potete scavare con i Guanti Talpa. Una volta riemersi, vi troverete al Capanno del Sindaco. Prendete la rincorsa con i Calzari e abbattete l'albero che trovate appena dietro con una spallata decisa. Rimpicciolitevi e rientrate nel capanno. Spostate la credenza e arrampicatevi sul camino, in modo da far cadere il libro. Il gioco è fatto!

Mastro Melgardo


Dopo aver riconsegnato tutti i libri, arrampicatevi tra le mensole e parlate con il vecchio Melgardo: aprirà una botola sotto i vostri piedi e vi ritroverete nel Tempio delle Gocce. Colpite i Cervi Volanti sorprendendoli ai fianchi con le frecce o con la spada quando lanciano le "tenaglie". Una volta sconfitti, entrerete in possesso delle Pinne.

Il tempio delle gocce


Quando giungerete nella stanza ghiacciata, tirate la leva e tornate al piano superiore. Lasciatevi cadere nella botola che si è appena aperta e spingete il blocco di ghiaccio in modo da posizionarlo sotto il raggio di sole. Una volta giunti nella stanza coni tre blocchi (uno contiene una chiave) utilizzate i seguenti passaggi: muovete il blocco inferiore una volta in basso e una a sinistra, e il blocco superiore una volta soltanto a sinistra. Avete creato delle "sponde" to verso cui indirizzare la chiave in modo da disgelarla sotto il sole (per la precisione, il tragitto è il seguente: sinistra, su, sinistra, giù, sinistra, su e destra). Prima di uscire dalla stanza spingete la leva, altrimenti non potrete tornare indietro. Fatevi una bella nuotata (immer- gendovi per evitare i rulli appuntiti), azionate il tasto per aprire la diga e tuffatevi dalla cascata. Quando vi imbatterete in una serie di pietre disposte a ferro di cavallo, immergetevi e troverete una chiave piccola. Risalite la cascata e vi imbatterete in una porta chiusa in quei paraggi: apritela. L'operazione, apparentemente inutile, si rivelerà al contrario indispensabile per trasportare la Foglia di ninfea oltre la cascata, e raggiungere così il tasto sulla piattaforma nell'acqua. Sconfiggete Imos e recuperate la bussola. Presto arriverete in una stanza con un enigma simile a quello precedente Noterete che c'è un blocco più in alto degli altri (A), uno appena sopra il tasto (B), uno in corrispondenza del tasto stesso (C), un altro appena sotto (D) e uno ancora più in basso (E) (non calcoliamo volutamente l'ultimo, in quanto non serve). Spingete A verso il basso; B verso sinistra; D verso sinistra e poi in alto (in modo che si fermi contro B) e poi A e C, anch'essi verso sinistra. Recuperate la ninfea e, a bordo di essa, varca- te la porta di destra. Sconfiggete i tre Cervi Volanti e, sfruttando il teletrasporto, andate a controllare l'entrata che il blocco di ghiaccio, sciogliendosi, ha liberato. Seguendo la strada, arriverete in una stanza in cui c'è una botola aperta e, al piano inferiore una leva: azionatela, guadagnate il piano superiore e spingete l'altra (oltre la botola) per poi tornare al piano inferiore e recuperare lo scrigno (dopo aver spinto nuovamente la leva). La chiave che avete appena trovato vi sbloccherà la porta verso un altro Chu Chu Gigante, da combattere come il precedente (evitate, però, di usare la Giara mentre sprigiona le scosse elettriche). Ecco la Lanterna! Proseguite attraverso le stanze buie, al termine delle quali vi imbatterete in una porta chiusa. Dove trovare la chiave? Semplice: in una stanza adiacente, ma nascosta. Cercate quindi una fenditura nel muro di sinistra e piazzate una bella bomba. Ad un certo punto vi troverete in una sala con due blocchi di ghiaccio e tre interruttori. Spingete il blocco di ghiaccio più lontano verso il basso e poi verso sinistra, in modo da occupare l'ultimo interruttore. Poi sdoppiatevi mantenendo due blocchi di distanza tra un Link e l'altro, in modo da arrivare in fondo alla stanza agevolmente (e prudentemente!). Senza troppa fatica, dovreste riuscire a raggiungere la seconda leva, in modo da far aprire completamente il lucernario e risvegliare il temibile Octorock.

Il grande Octorock


Colpite i massi che la piovra vi scaraventa contro e rispediteli cordialmente al mittente. Dopo la terza volta, l'Octorock diventerà di ghiaccio e starà a voi incendiargli la coda a dovere. Evitate i blocchi che cadono dall'alto e ripetete l'operazione fino alla sconfitta del mollusco (fate attenzione perchè nel corso dell'incontro affinerà le sue tecniche, arrivando persino a caricarvi!).

Il Re di Hyrule


Tornate nel cortile del castello e andate a far visita a Alibidiferro (tra i cespugli, a sud est) per ottenere una nuova mossa. Ora dirigetevi verso Il lato occidentale del cortile e sgattaiolate attraverso i cespugli, evitando di farvi scorgere dalle guardie. Fatto questo, recatevi al santuario e posate la spada sull'altare. D'ora in avanti potrete dividervi in tre. Uscite dal castello e andate a ovest. Dovreste trovare una scala lì vicino: scendete. Ora siete in grado di triplicarvi e spostare il masso.

La tomba dei Re


Piazzate una bomba tra i due paletti per scoprire la Sorgente dell'Avventuriero. Se rispon- derete in modo corretto a tutte le domande poste dalla fata ("no","no","sì","no","no") otterrete una faretra più grande. Seguite i cartelli (su, sinistra, sinistra, su, destra, su) e giungerete nel cortile dove vive Danpei, il becchino, che vi consegnerà la Chiave Cimitero. Purtroppo questa vi verrà immediatamente sottratta da uno dei corvi che infestano la zona, ma non disperate: ripercorrete il sentiero seguendo i cartelli e la troverete in cima ad un albero. Fate attenzione a non avvicinarvi troppo (altrimenti il corvo la sposterà) e usate i Calzari per percuotere l'albero e riappropriarvene. Tornate a parlare con Danpei che vi aprirà il cancello. All'interno dei Cimitero, provate a spingere le tombe fino a che ne troverete una che si sposta (e un'altra che nasconde una stanza contenente un frammento di cuore). Distruggete le pietre a destra e ricorrete ai pannelli per triplicarvi, in modo da attivare i tasti che faranno aprire la tomba più in alto.

Il mausoleo reale


Liberatevi delle due mummie e utilizzate il Fungo di sinistra per catapultarvi oltre il baratro. Nella stanza successiva, sbloccate la porta centrale. Utilizzate i pannelli di destra per triplicarvi e recuperare così la chiave nello scrigno; successivamente, ripetete l'operazione a sinistra, facendo attenzione a evitare i blocchi mentre vi muovete sulle piattaforme. Dopo aver acceso le lanterne e distrutto le mummie, andate sull'altare e il re Gustav vi apparirà in visione, donandovi un frammento da usare alla Grande Sorgente.

La sorgente turbante


Tornate alla piana nord di Hyrule e, in prossimità del ponte del castello, andate verso est, fino ad incontrare due blocchi di pietra crepati, da far saltare con una bomba. Siete giunti alla sorgente. Nella stanza con I'Uisp (il teschio di fuoco) piazzate una bomba tra le due rocce e scoprirete un passaggio segreto che vi porterà a guadagnare qualche conchiglia in più. Una volta giunti in cima alla montagna, lanciatevi fiduciosi nella tromba d'aria. Buon viaggio!

Oltre le nuvole


Buttatevi nel primo tifone rosso che incontrate e utilizzate i Guanti Talpa per aprirvi la strada attraverso le nuvole più dense (ispezionatele per bene in cerca di segreti vari). Recuperate il Frammento d'oro e buttatevi nella buca di destra; cercate il tifone rosso e usatelo. Scavate la nuvola finchè non troverete una spaccatura: buttatevici dentro e, una volta raggiunta la nuvola inferiore, compiete la fusione e ritornate su. Saltate nel vortice a sud della nuvola e proseguite verso ovest, sfruttando l'altro tifone fino a che non giungerete ad un approdo sicuro. Buttatevi nella buca e sconfiggete i due Piranha: otterrete un altro Frammento e un tifone per risalire. Scavate attraverso le nuvole e andate in basso per poi buttarvi in un altro vortice. Proseguite verso sinistra e atterrate. Scavate presso il muro a sud per ottenere Il terzo Frammento. Saltate di nuovo nel vortice e puntate verso il basso. Una volta atterrati, lasciatevi cadere e uccidete Lakitu (con la Giara, Il Boomerang o le Frecce) per poi proseguire verso l'alto, alla ricerca di una nuova fusione. Ricorrete ai due vortici seguenti per raggiungere la nuvola in basso a sinistra. Prendete le conchiglie e dirigetevi alla nuvola Fi accanto. Prendete il sentiero superiore e sgominate nuovamente Lakitu. Superatolo, potrete concludere un'altra fusione. Fatto questo, usate il vortice nei paraggi e recuperate il Frammento; tornate indietro e andate in basso e a destra, per poi usare il vortice. Lasciatevi cadere di nuovo, uccidete i due Piranha (otterrete un altro Frammento). Usate il vortice rosso e sfruttate la corrente per raggiungere la nuvola che si trova a sud est. Scavate nel muro e troverete una piccola fenditura nel terreno: buttatevi! Usate il vortice rosso e lasciatevi cadere nell'apertura successiva. Compiete la fusione e tornate indietro. Andate a nord, sfruttate il vortice e dirigetevi a sinistra appena potete. Atterrate sulla nuvola, scavate e prendete il vortice successivo. Andate a destra e, dopo essere saltati nel tifone prendete la strada che va verso il basso e vi ritroverete di fronte alla buca da cui siete giunti qui. Buttatevi e compiete l'ultima fusione per creare un vortice immenso. Saltate dentro! Il palazzo dell'Aria Perlustrate i piani alti per Fusioni e Frammenti. Parlate con l'anziana signora e vi darà il permesso di salire sul tetto. Prima di gettarvi nel tifone, date un'occhiata ai vasi ai piedi delle scale e troverete due farine. Nei pressi dei pannelli per la moltiplicazione dei Link, colpite la sfera per far allungare il ponte e triplicatevi, per poi spostare il blocco dall'altra parte. Sulla piattaforma gigante, limitatevi a fare lo slalom tra gli ostacoli (niente panico, e facile). Piazzate una bomba per far scattare i meccanismi che non riuscite a raggiungere con le frecce. Dopo aver recuperato il Mantello di Roc potrete volare. Usatelo per saltare sulla scala di nuvole e, una volta in cima, andate a destra. Nella stanza dei pannelli moltiplicatori, triplicatevi e colpite tutti e quattro i meccanismi, contemporaneamente. In fondo alla passerella con i ventilatori, usate il Bastone Sottosopra per caricare il buco nel terreno. Saltate sulla griglia con il Mantello di Roc. Triplicatevi e saltate sulla piattaforma mobile, facendo attenzione agli ostacoli. In questo modo dovreste essere in grado di smuovere il blocco che ostruisce il passaggio. Ora le cose si complicano: giunti sul terrazzo dove sono appostati i corvi, dovrete salire sulla piattaforma di destra, per poi saltare su quella di sinistra in movimento e così via fino in fondo. Usate nuovamente il Bastone Sottosopra nella stanza con il rullo appuntito e la porta chiusa a chiave. Riproducete con i pannelli moltiplicatori il disegno formato dagli interruttori e apparirà un passaggio Minish. Al termine del tunnel, ritornate a dimensioni naturali e colpite l'interruttore di sinistra con un dardo. Prendete il giusto tempismo e attraversate in volo il ponte interrotto. Stesso discorso vale per le punte. Sfruttate invece la corrente prodotta dai ventilatori per aver una maggior rincorsa. Utilizzate l'ultima "rampa" di nuvole come trampolino per raggiungere la piattaforma di destra. Nella stanza con i quattro interruttori, dividetevi in tre e premete il quarto tasto con una ampolla. Attivate il ventilatore e spiccate un lungo balzo per raggiungere la piattaforma successiva. Ripetete l'operazione con l'altra ventola e recuperate la chiave. Dopo aver usato la chiave grande uccidete il guardiano rosso (evitate i suoi colpi e punzecchiatelo alla sprovvista) in modo da far comparire un teletrasporto (se siete a corto di cuori, vi conviene andare a recuperare un paio di fatine all'ingresso). Arriverete presto nel cuore del dungeon, in una stanza illuminata soltanto da qualche fiaccola. Salite le scale, dividetevi in tre (è conveniente lasciare un blocco libero tra un Link e l'altro) e azionate gli interruttori in fondo alla stanza. Superate con un balzo i rulli appuntiti, recuperate la chiave piccola e sbloccate la porta di destra. Una volta sulla balconata, saltate con il Mantello di Roc dentro il vortice e fatevi trasportare verso la piattaforma a Nord. Usate l'Attacco Vortice per azionare i due tasti in fondo alla stanza e, nella stanza successiva, lasciatevi cadere nella botola per recuperare la chiave. Ritornate a visitare i piani superiori fino ad incappare in una stanza disseminata di scheletri e mummie. Fate cadere nel vuoto i blocchi in alto a sinistra e saltate oltre il baratro: ecco il Frammento di Cuore che non riuscivate a raggiungere! Nella medesima locazione, fronteggiate la bomba rossa che gravita nel vuoto e colpitela con una freccia quando è nei pressi dei blocchi di pietra incrinati, in modo da poter attraversare. Accendete le torce (a Nord) per far comparire un altro teletrasporto. Al piano superiore (l'ultimo) fate esplodere il muro vicino alla porta e spunterete su una balconata. Piazzate un'altra bomba sul fondo e rientrate nel corridoio. Fate attenzione a non toccare le bombe rosse, altrimenti produrranno una reazione a catena che farà serrare la porta. Evitatele accuratamente e spostate i blocchi che ostruiscono il passaggio. Prendete la chiave piccola. Per raggiungere la porta chiusa che vedete vicino al teletrasporto rosso dovrete tornare al corridoio con le piastrelle crepate e lasciarvi cadere. Nel labirinto, usate il mantello per scavalcare le punte e dirigetevi verso i due teschi (in basso a destra). Saltate sul pannello (calcolando la giusta rincorsa) e raggiungete la colonna di nuvola che vi porterà dritti dritti tra le fauci del mostro.

La coppia di Gyorg


Lo scontro ha inizio a cavallo di un Gyorg maschio, ma dovrete saltare subito sul dorso della femmina. Dividetevi in tre seguendo la disposizione degli occhi e colpite per poi infieri- re fino a farli esplodere. Ritornate sul Gyorg maschio e colpite i suoi occhi che si aprono a intermittenza, saltando per evitare i colpi di coda. Ripetete la stessa formula nei round successivi e avrete la meglio sulle due "mante volanti". NB: mano a mano che procederete, lo scontro si farà più aspro e dovrete avere una pazienza da certosini per evitare le palle infuocate che vi piovono addosso. Sfruttate i piccoli per recuperare qualche cuoricino.

Il castello di.Hyrule nelle tenebre


Cercate la stanza con i teschi magici e usate una bomba per demolire la parete di destra. Rimpicciolitevi e tornate nella stanza dei vortici di Fuoco, per lasciarvi cadere in una botola e raggiungere così il piano inferiore, dove sono dislocate le prigioni. Liberate il Re e uscite. La porta giusta è l'ultima in fondo al corridoio (le altre sono fasulle). Superato l'enigma in stile Polarium, quadruplicatevi e, evitando prudentemente i muri, raggiungete gli interruttori in fondo alla stanza. Poco più tardi, incapperete in altre statue sputasassi. Utilizzate la corretta disposizione e caricate la spada per respingere i colpi all'unisono. Sbarazzatevi dell'orda di pirati nella stanza seguente e piazzate una bomba vicino al muro di sinistra, in basso. Dopo aver sconfitto il Titan Rosso, recuperate la Bussola nella stanza a destra e spostate il trono (dannati bei tempi!) per scoprire un passaggio segreto. Nella stanza del fuoco, fatevi in quattro e passate quando la fiamma ha rag- giunto lo zenith: poi fermatevi qualche secondo alla sinistra del blocco (in modo da non finire arrostiti). Cavalcate di nuovo le correnti e, dopo aver azionato gli interruttori e aver sgominato i mostri, comparirà un teletrasporto rosso. Proseguite a sinistra e quando giungete nella stanza con la piattaforma orbitante usate una bomba per liberarvi dei blocchi che vi sbarrano la strada. Sconfiggete il Cavaliere Nero e comparirà un teletrasporto blu. Riservate lo stesso trattamento anche ai suoi "colleghi" (attendete che vi carichino, scansate il colpo e affondate). Per superare la stanza successiva, accendete tutte le torce. Con la chiave che avete appena recuperato potrete sbloccare una delle serrature per accedere allo scrigno gigante. Proseguite a sinistra e, dopo aver steso l'ennesimo Titan, colpite gli occhi sulla parete in successione, senza farvi bruciare dalle fiamme. Lasciatevi poi cadere nella botola e salite al piano superiore. Ecco la seconda chiave. Tornate verso le stanze a sud e uccidete le due guardie. Completate il secondo puzzle e recuperate la terza chiave nella torre. Ora non vi resta che dirigervi a est, dividervi in quattro, superare indenni le fiamme e, dopo aver azionato il meccanismo, raccogliere l'ultima chiave. La porta che vi condurrà da Vaati è proprio di Fronte al teletrasporto rosso.

Vaati spirito maligno


Avrete tempo fino al terzo rintocco, quindi affrettatevi. Uccidete i tre Titan preservando Il maggior numero di cuori (sfruttate le bombe per stordirli). Colpite i due occhi che Vaati fa roteare intorno al corpo evitando le sfere Infuocate che vi lancia addosso. Fatto que- sto, comparirà un occhio più grande sul suo corpo: colpitelo senza pietà. Successivamente, Vaati si circonderà di quattro occhi che sprigionano laser: approfittatene per colpirli da posizione favorevole e ripetete l'operazione dell'occhio (questa volta dovrete essere più rapidi, in quanto il vostro avversario userà Il teletrasporto). Nel terzo round, gli "occhi rotanti" saranno protetti da alcune sfere. Aspiratele per mezzo della Giara Magica e colpite. Stesso discorso per l'attacco seguente.

Vaati trasformato


Vaati è ormai una sorta di occhio gigante, immerso in una nuvola nera e circondato da otto occhi più piccoli, di cui quattro vulnerabili. Usate le frecce per scoprire quali (ossia quelli rossi) e dividetevi in quattro seguendone la disposizione. Ora dovrete colpirli all'unisono per poi rincalare la dose contro il demone indebolito. Se doveste rimanere a corto di frecce, cerca- tele nelle rocce che Vaati fa crollare dal soffitto. Anche questo incontro dura quattro turni . Vaati trasfigurato Il redivivo Vaati ora padroneggia perfettamente Il potere dell'elettricità, quindi prestate particolare attenzione alle scosse che vi scaglierà contro. Noterete presto che le sue braccia spariscono nel sottosuolo a intervalli regolari, per poi ricomparire in superficie. Usate il Bastone Sottosopra per farle ribaltare, rimpicciolitevi e addentratevi al loro interno. Dovreste scorgere un "occhio" diverso dagli altri: colpitelo a ripetizione. Poi ripetete la stessa pratica con l'altro braccio (questa volta sarà buio, munitevi di lanterna). Ora viene la parte difficile. Quadruplicatevi ed evitate le scariche eiettrostatiche; poi posizionatevi perfettamente di fronte ai quattro occhi e rispeditegli le sfere di energia che sprigionano, in modo da colpirli contemporaneamente. Colpite Vaati mentre è vulnerabile e ripetete la strategia fino a mandarlo al tappeto. Ora non vi resta che godervi l'agognata sequenza finale: Hyrule e libera!