Omega Boost

Soluzione: PlayStation

Premessa


Eccovi la soluzione completa del clone di Hard Edge. In questa avventura 3D potete controllare quattro personaggi e, fin dalle prime fasi di gioco vi viene chiesto di far seguire ai due protagonisti principali due percorsi distinti. La soluzione non tiene conto di questa scelta ed è valida per entrambe le opzioni. Ultimo appunto, le indicazioni delle direzioni da prendere, quando espresse con i punti cardinali, vanno intese come riferite alla mappa del gioco (richiamabile a schermo col tasto Start dove per convenzione ho assegnato il nord alla parte alta dello schermo (est a quella destra etc.).

Raggiungere il 26° piano


Dopo l'introduzione iniziale i vostri personaggi si ritroveranno nel seminterrato del Togusa Building e dovranno raggiungere il 26° piano. Proseguite in avanti dal punto di partenza ed entrate nella porta che vi conduce nella hall principale. Qui trovate due robot della sicurezza ad attendervi, sbarazzatevi di loro e recatevi al bancone della reception. Salvate la partita e prendete la Ex bottle blu. Le uniche uscite disponibili in questo piano sono gli ascensori. Ispezionateli e poi tornate indietro alla locazione di partenza e proseguite fino alla porta per le scale interne. A questo punto dovrete decidere chi prenderà l'ascensore e chi salirà per le scale. Ai fini del gioco la scelta è ininfluente. Personalmente ho mandato Michelle per le scale e Alex con l'ascensore, così che nelle fasi più avanzate, quando si incontrano gli altri due personaggi, mi sono ritrovato con l'accoppiata Alex/Rachel e Michelle/Burns (ossia un personaggio forte e uno veloce). Al contrario, mandando Alex per le scale avrete il vantaggio di poter eliminare tutti i palloni esplosivi che incontrerà dalla lunga distanza, grazie alla pistola e avrete meno problemi a sconfiggere lo scorpione gigante. Fate un po' voi. Ricordate che con il tasto Select potete alternare il personaggio che controllate e spesso vi sarà richiesto di agire in sinergia per poter continuare nell'avventura. Cominciamo con il personaggio che ha raggiunto il 26° livello attraverso le scale di servizio.

26° piano


Dopo la sequenza dell'esplosione dell'accesso alle scale, riprendete il controllo del vostro personaggio. Utilizzate il punto di save, raccogliete i due medikit dalle macchinette automatiche lì vicino e portatevi alla sala conferenze nella parte Sud-Est della mappa. Nel corridoio di collegamento dovrete vedervela con un paio di mutanti e una mina antiuomo. Il trucco per evitare danni dalle mine è di avvicinarsi fino ad attivarle e poi premere due volte il tasto Giù del pad per saltare indietro. Per evitare di essere presi alla sprovvista dai vari nemici, invece, tenete le orecchie bene aperte e utilizzate spesso il tasto R1: se il nemico è nei paraggi (anche se l'inquadratura non vi per-mette di vederlo), il vostro personaggio si rivolgerà automaticamente verso di lui. Entrati nella sala conferenze, eliminate i terroristi e dirigetevi alle due statue poste in fondo alla stanza. Esaminatele e fatele ruotare in modo che siano rivolte l'una verso l'altra. Raccogliete la B-Security Card dalla scrivania e dirigetevi alla sala computer, tornando sul corridoio, procedendo a nord, prendendo la prima porta ad ovest e poi ancora la seconda ad ovest e la prima a nord. Dentro la sala computer eliminate i due terroristi, spostatevi nella nicchia ad est e uccidete il mutante. Controllate gli armadietti e azionate la leva. Sulla parete di est si aprirà una piccola sala. Entrateci e azionate il macchinario, che vi aprirà la porta per la stanza con la cassaforte. Prima di uscire da questa stanza, recuperate i due medikit: uno sulla scrivania ad ovest e l'altro vicino al macchinario. Portatevi a nord della stanza ed entrate nella porta. Nella nuova stanza troverete il corpo di uno scienziato. Perquisitelo e troverete il primo coin. Ora portatevi alla cassaforte. Per conoscere la combinazione, dovreste gioca-re un po' con l'altro personaggio, bloccato al 25° piano. Se non vi va di farlo, vi dico subito che la combinazione è 052. Aperta la cassaforte, prendete la Green Card e trasferitevi negli U.S.A. a cercare moglie. Scherzi a parte, per ora la scheda non vi serve e voi dovete proseguire verso il Bar, nell'angolo in basso a sinistra della mappa. Tornate nel corridoio e proseguite verso ovest e quindi verso sud per arrivarci. Dentro al Bar, salvate il barista dai terroristi, poi ispezionate il corpo esanime per avere il secondo coin (lo vedete quel iuke Box? Ecco i coin servono per azionarlo, ma ve ne mancano ancora tre) e tornate a parlare con il barista. Questi vi consegnerà la Card A, che vi tornerà utile al 25° piano. Prima di uscire dal bar ispezionate il gioco delle freccette nell'angolo e segnatevi la sequenza di numeri. Tornate nel corridoio e dirigetevi a nord verso la porta della sala di controllo. Per aprirla dovrete inserire la sequenza di numeri che avete preso dal Bar. Si tratta del vecchio rompicapo della matrice 3x3 in cui bisogna inserire i numeri da 1 a 9 in modo che la somma di ogni riga, colonna e diagonale dia 15. I più sbadati possono copiarla da qui: 294 753 618 Nella sala controllo, salite le scale e dirigetevi alla console. Ispezionatela ed accederete ad un programma per aprire le porte del 25° e 26° piano e per dare corrente alla stanza della statua dove vi recherete a breve. Uscite dalla sala controllo e ritornate alla zona est della mappa, fino al corridoio dove avevate incontrato i primi mutanti. Qui, invece che scendere a sud per la sala conferenze, proseguite attraverso la porta ad est, seguite il corridoio ed entrate nell'unica stanza accessibile. Dentro alla stanza della statua, prendete la chiave dalla bacheca e ispezionate la statua. Durante la sequenza animata, memorizzate la posizione dei quattro simboli, perché vi tornerà utile in seguito. Ora dovete portarvi agli alloggi posti nell'angolo in basso a destra della mappa. Tornate nel corridoio e proseguite verso sud. In questa locazione troverete un punto di Save. Utilizzatelo, non si sa mai. Entrate nella prima porta a sud e vi ritroverete negli alloggi. Prendete i medikit dal lavandino ed entrate nelle docce (occhio al mutante!). Eliminato il mutante, controllate gli armadietti finché non troverete quello bloccato dal rompicapo della statua. Se non vi ricordate la posizione delle immagini, eccovela: a nord la figura del fiore rosso, a sud quella del mare, ad ovest quella della luna e a est quella della papera. Questo puzzle vi aprirà una porta nel dormitorio adiacente. Spostatevi nel dormitorio, eliminate i due mutanti e prendete i due medikit dal letto, l'Ex bottle dagli armadietti e l'indizio dall'altro letto. Entrate nella porta che avete appena aperto e scendete verso il 25° piano. Scesi dall'ascensore non potrete fare molto, tranne attivare la Green Card nel macchinario posto nell'angolo. Tornate su. L'incontro con l'altro personaggio è per ora rimandato. Tornate nel corridoio d'accesso alla sala controllo, ma non entrate nella stanza e proseguite verso nord. Ora potete aprire la porta che conduce a nord e incontrare il terzo personaggio del gioco. Dopo le presentazioni di rito, aprite la porta blindata con la Card che avete appena attivato e dirigetevi verso la sala ad ovest. Fate attenzione alle mine e ai palloncini esplosivi e raccogliete la fune d'acciaio sul pavimento. Il campo elettrico che avete davanti per ora non può essere disattivato, quindi non vi resta che tornare nella sala degli ascensori. Personalmente vi consiglio di fare il giro lungo e di arrivarci attraverso il corridoio che passa per la Computer Room, in modo da poter salvare il gioco nel punto di save vicino agli alloggi. Già, perché nell'androne degli ascensori vi attende il...

Primo Boss:
Scorpione Gigante


La prima volta che l'ho affrontato, con Michelle, mi ha dato un po' di filo da torcere, poi mi sono fatto un'idea del suo pattern d'attacco, mi sono ricordato che il tasto R1 orienta il personaggio verso l'obiettivo anche se non ha armi a lungo raggio e alla fine l'ho eliminato con un po' di pazienza e qualche medikit. Il modo migliore per eliminarlo è di attaccarlo vigliaccamente alle spalle. La sala degli ascensori è suddivisa in due sezioni. Una ampia, posta sul retro, dove lo scorpione ha gioco facile nel ridurvi a brandelli e un'altra sezione ristretta posta proprio nella zona degli ascensori. Come tattica generale, giravo in tondo alla costruzione centrale, in modo da attirare lo scorpione nel corridoio più stretto dove aveva meno possibilità di muoversi. Quanto vi attacca con lo scatto in avanti, voi rispondente con il salto all'indietro e contrattaccate con lo scatto in avanti. Se riuscite a bloccarlo davanti alla porta che conduce al corridoio degli alloggi, non potrà muoversi più di tanto e potrete eliminarlo con facilità. Sconfitto il boss, potrete accedere al 27° piano utilizzando il cavo d'acciaio. Sul balconcino d'arrivo, fate attenzione ai robot della vigilanza e alle bombe. Se potete, evitate ogni scontro e fiondatevi direttamente in una delle due porte laterali, perché sia i robot che le bombe ricompariranno ogni volta che accedete a questa sezione. Entrati nella porta eliminate i due mutanti e prendete l'ascensore verso il 28° piano. Arriverete di fronte ad una bomba immensa e nell'avvicinarvi, i vostri personaggi precipiteranno verso il 25° piano. Da questo momento in poi sarete costretti ad utilizzare l'altro personaggio, quello che all'inizio aveva preso l'ascensore e che è bloccato al...

25° piano


Dalla sala degli ascensori, dirigetevi ad est, percorrete il corridoio ed entrate nella prima porta, quella con sopra l'immagine di un teschio. Entrati nella stanza, ispezionate il pannello sul muro e apri-rete una cassaforte. La cassaforte rimarrà aperta per pochi secondi, quindi correte a prendere la chiave dalla parte opposta della stanza e, prima di uscire, prendete anche la Ex bottle e il medikit dagli scaffali accanto alla cassaforte. Uscite nel corridoio e procede-te verso nord, davanti alla porta (quella dove era ambientata la scenetta di intermezzo che avete appena visto) troverete il corpo dell'impiegata uccisa. Ispezionatelo e troverete il terzo coin. Entrate nella sala medica e fate man bassa di medikit e di Ex bottle (ispezionate ripetutamente i vari armadietti). Sulla scrivania troverete anche una Card blu con impresso sopra il numero 052 (la combinazione della cassaforte del 26° piano, ricordate?). Adesso portatevi al magazzino, nell'angolo in alto a destra della mappa. Per aprire la porta dovrete risolvere un rompicapo modello Simon, ripetendo la sequenza di luci proposta dal pannello, che guarda caso ricorda la disposizione dei quattro tasti del joypad. Premendo la sequenza di tasti giusta con il giusto tempismo aprirete la porta. Dentro al magazzino incontrerete il quarto personaggio del gioco, la piccola Rachel. Dopo la presentazione, prendete il medikit dallo scaffale e, per ora, ignorate la batteria del mecha. Tornate nel corridoio e dirigetevi verso ovest, prendendo la seconda porta che conduce a sud. Entrate nell'archivio, eliminate i mutanti e i palloncini esplosivi e prendete le diapositive dallo scaffale nella stanzetta adiacente. Tornate nel corridoio ed entrate nella porta centrale che conduce a sud. In fondo alla stanza si trova un pannello di controllo privo di batteria. Tornate alla locazione dove avevate incontrato Rachel, prendete la batteria dal mecha e inseritela nel pan-nello. Ora potrete passare sull'altro lato della stanza attraverso la piattaforma mobile. Uscite dalla porta a nord e poi dirigetevi a ovest e a sud, fino al punto di save. Salvate ed avvicinatevi alla porta a sud. La serratura è uguale a quella della porta del nascondiglio di Rachel, solo che la combinazione di tasti richiede un tempismo più accurato. Entrati nella stanza, utilizzate le diapositive col proiettore e godetevi la scenetta riguardante Rachel. Tornate al pannello di controllo dove avevate inserito la batteria, ma senza utilizzare la piattaforma mobile. Fate il giro lungo passando da sud per la sala degli ascensori e recuperate la batteria. Una volta fatto, tornate alla stanza del proiettore e da qui prendete la porta a nord, seguite il piccolo corridoio e poi entrate nella porta che conduce a nord. Dentro il magazzino vedete il corpo esanime di una guardia; ispezionatelo e prendete il penultimo coin per il juke-box. Adesso prendete la porta che conduce ad ovest e procedete verso il mecha che blocca il passaggio. Inserite la batteria nel robot e potrete accedere ad una nuova locazione. In questa stanza, eliminate i tre terroristi e dirigetevi nella sala con l'ologramma del mondo, facendo attenzione alla mina che si trova appena oltre la soglia della porta. Accanto alla scrivania c'è una poltrona. Ispezionatela e sedetevi sopra: vi porterà alla locazione successiva. Arrivati a destinazione, ispezionate la stanzetta per prendere il medikit e il diario. Poi uscite dall'unica porta disponibile. Seguite il corridoio e sali-te le scale fino a raggiungere l'uomo disteso a terra. Parlate con lui e procedete nell'unica direzione consentita. Entrate nella nuova sala di controllo. Ispezionate il grosso monitor e capirete cosa è successo al Professor Howard. Dopodiché uscite dalla porta che conduce ad est ed arriverete ad un corridoio pieno di mine. Il modo migliore per eliminarle è di avvicinarsi alla prima, innescarla e poi saltare indietro in modo che faccia esplodere a catena tutte le altre. In alternativa, mantenetevi su un lato e percorrete il corridoio di corsa. Al centro del corridoio c'è una porta che conduce a sud. Entrate e godetevi la scena animata. Quando è finita, sarete bloccati dentro e rischierete di morire assiderati. Dovete distruggere la porta e per farlo nel minor tempo possibile, vi consiglio la combo di Rachel: avanti + quadrato ripetutamente. Usciti di lì, tornate indietro, passando per la sala di controllo, che ora sarà zeppa di nemici. Parlate nuovamente con il tizio accasciato a terra nel corridoio e questo vi darà l'ultimo coin per il juke-box. A questo punto sarete pronti per la riunione di famiglia. Controllate la mappa per scoprire dove sono caduti i vostri compagni alla fine della loro sezione. Andate a recuperarli (nella parte ovest della stanza con la piattaforma mobile) e godetevi la sequenza animata. Recuperare il System Disk Dopo la sequenza, uscite dalla Surgery e andate a prendere l'ascensore per salire al 26° piano. Qui portatevi al bar e ispezionate il juke-box. Inserite i cinque coin che avete raccolto e selezionate il motivo che vi dà l'errore per recuperare il system disk. Ora tornate all'ascensore, salite al 27° piano, entrate da una delle due porte laterali e prendete il secondo ascensore per il 28° piano. Se non avete ancora salvato, tornate indietro ad un punto di save, perché ora dovrete vedervela col secondo boss.

Seconda Boss:
Gashu


Gashu ha degli attacchi davvero temibili e potenti. In particolare vi darà molto filo da torcere con il doppio raggio sparato dagli occhi e con la presa da wrestling. Personalmente l'ho sconfitto con Rachel, attaccandolo a ripetizione con la sua combo in modo da farlo indietreggiare. Una volta contro il muro, Gashu avrà meno spazio a sua disposizione e con un buon tempismo dovreste riuscire ad anticipare le sue mosse, colpendolo prima che vi attacchi. In alternativa, utilizzate Michelle (sempre che non sia nella sala medica a riprendersi come è successo a me). Evitate di usare Alex, i cui attacchi dalla lunga distanza sono poco efficaci in questo frangente e Burns che è troppo lento.

Disinnescare la bomba
Sconfitto Gashu, dovrete disinnescare la bomba del 28° piano. Non lasciatevi intimidire, si tratta di un rompicapo piuttosto facile. Ruotando la bomba con i tasti del joypad, sul fondo troverete un numero da O a 3. Prendete nota del numero, rigirate la bomba e cercate la sezione che riporta il numero relativo. Ispezionatela e aprite quella sezione. Quindi tornate a guardare il fondo della bomba, segnatevi il numero e aprite la sezione corrispondente finché non le avrete aperte tutte e quattro. Quando vi verrà chiesto da che parte ruotare la parte centrale della bomba per disattivarla, rispondete sinistra (left) e l'ordigno sarà disinnescato. Salvare il Professor Howard Prendete l'ascensore e tornate al 27° piano. Di fronte all'ascensore avete una porta che prima non potevate aprire perché vi mancava il system disk. Leggete il biglietto sulla porta e apritela. Salvate la posizione e recuperate la Ex bottle dalla cassaforte dietro alla scrivania posta sul lato ovest della stanza. Entrate nella stanza accanto alla scrivania, eliminate i terroristi e le mine e recuperate i tre medikit. Uscite nella sala principale ed entrate nella stanza ad est. Eliminate il mutante dietro allo scaffale di libri e prendete il medikit dalla pianta. Ora siete pronti per affrontare il terzo boss. Salvate la posizione, salite le scale accanto alla scrivania della sala principale ed entrate nell'unica stanza del piano superiore. Il boss S/M

Il boss S/M


Dopo la sequenza di intermezzo, la tizia che aveva fatto fuori l'impiegata fuori dalla sala medica indosserà un costumino S/M e vi attaccherà. Voi dovrete decidere con quale personaggio sconfiggerla. Io l'ho eliminata con Alex, nonostante le sue pistole fossero praticamente inutili. Vi consiglio un personaggio veloce, come Michelle se ce l'avete o Rachel che però ha il difetto di avere combo troppo lunghe che rischiano di andare a vuoto e di lasciarla vulnerabile agli attacchi del boss. Gli attacchi del boss sono di diversi tipi. A volte evocherà due mutanti, che dovrete eliminare per poter tornare ad attaccarla. Altre volte spargerà rifletteranno dei mortali raggi d'energia. Altre volte ancora si sdoppierà e vi attaccherà o scomparirà per riapparire alle vostre spalle (fate un buon uso del tasto R1). L'ultimo attacco è il meno doloroso ed è anche l'unica occasione in cui Alex può approfittare della sua pistola. Non appena il boss vi bloccherà con il suo cerchio di energia, uscitene fuori e attaccatela, con la pistola se utilizzate Alex o con una combo potente se usate gli altri personaggi. Per evitare i raggi dei cristalli, riparatevi dietro la scrivania sul fondo della stanza e, se usate Alex, potete utilizzare la stessa tecnica per eliminare i mutanti che ha evocato. Con un po' di pazienza e sfruttando appieno il tasto R1 dovreste riuscire ad eliminarla. Disattivare il campo elettrico Sconfitto il boss, la sequenza di intermezzo vi porterà nella sala medica, dove assisterete alla morte del Professor Howard e potrete riprendere il controllo del personaggio che avevate momentaneamente perso dopo il crollo del 28° piano. Finita l'animazione, prendete la pallina della roulette dal Professor Howard, uscite dalla sala medica e dirigetevi alla stanza nell'angolo in alto a sinistra del 25° piano. Ora potete aprire la porta e accedere alla cassaforte sul muro. Prendete la prima chiave per disattivare il campo elettrico e il medikit che si trova sullo scaffale. Ora tornate agli ascensori e salite al 27° piano. Dirigetevi alla sala a nord, entrando dalla porta di fronte all'ascensore per il 28° piano ed entrate nell'unica stanza che non avete ancora visitato, passando attraverso l'unica porta che conduce ad est. Ispezionate la roulette in questa stanza, utilizzate la pallina e si aprirà un passaggio che conduce a nord. Imboccatelo e seguite il corridoio fino ai due terroristi e alla bomba. Eliminateli e salite per la scaletta. Arrivati in cima, ispezionate il pannello davanti a voi e prendete la Ex bottle. Poi spostatevi verso l'ultimo condotto per la ventilazione e fatelo ispezionare da Rachel, che lo imboccherà. Alla fine dell'animazione, vi ritroverete in una nuova locazione del 27° piano. Entrate nella zona chiusa dalle barre e combattete i due mutanti. Poi premete la leva sul muro e aprirete un passaggio segreto. Sulla parete sud di questa stanza c'è un pannello. Esaminatelo e godetevi l'animazione in cui Burns si propone di costruire una bomba. Lasciatelo armeggiare e scendete per la scaletta alle vostre spalle, che vi porterà dritti alla sala di controllo del campo elettrico. Ispezionate il camice appeso. Poi spostatevi alla console e inserite la prima chiave. Quindi leggetevi il libro sulla scrivania e tornate su per la scaletta. Burns avrà finito di fabbricare la sua bomba, giusto in tempo, perché vi sarà utile nella sezione successiva. Scendete nuovamente per la scaletta, uscite dalla sala di controllo del campo elettrico attraverso l'unica porta e leggete le istruzioni per l'inceneritore appese al muro. Selezionate Burns e usatelo per spostare le casse. Adesso dovete tornare alla sala della roulette del 27° piano. Ci siete? Ok, attraversate la porta che conduce a nord e seguite il corridoio fino alla scaletta. Non saliteci sopra, ma entrate nella porta ad est. Seguite il corridoio fino al vicolo cieco. Ispezionate il muro e Alex utilizzerà la bomba di Burns, così che potrete procedere verso la nuova locazione. Entrati nel nuovo corridoio, ignorate la porta che avete davanti e procedete verso est. Entrate nel magazzino e recuperate, nell'ordine, il diario sullo scaffale marrone, i medikit nello scaffale accanto e la manopola nell'angolo a sinistra della stanza. Tornate nel corridoio ed entrate nella porta che prima avevate ignorato. In questa stanza dovrete controllare i vari computer e tenere a mente il numero dei sei terminali posti al centro. Il computer nella parte nord vi darà qualche indizio e quello i nella parete sud vi svelerà il mistero dietro all'attacco dei terroristi. Accanto al computer di nord c'è un interruttore rosso che spegne le luci. Dovete azionarlo utilizzando Alex, perché è l'unico che può vedere al buio grazie ai suoi visori ad infrarossi. Spenta la luce, dirigetevi al terminale numero sei e utilizzatelo per aprire un passaggio segreto. Scendete dalla scaletta che avete appena scoperto, sconfiggete il mutante e prendete la seconda chiave del campo elettrico dalla cassaforte. Sullo scaffale, invece, potrete raccogliere ulteriori indizi. Sbloccate la porta, uscite e dirigetevi verso gli ascensori. Scendete al 25° piano e portatevi nel magazzino dove avete trovato Rachel (nell'angolo a nord est del livello). Utilizzate la manopola sulla cassa della parte nord, apritela e recuperate nuovamente la manopola. Quindi,utilizzando Rachel, ispezionate il passaggio aperto ed entrateci. Il condotto vi porterà nella sala dell'inceneritore, al sottolivello B6. Ai quattro angoli della stanza ci sono altrettanti computer. Azionatene 3 e si aprirà la cassaforte con l'ultima chiave per disattivare il campo elettrico. Prendetela e procedete nella stanza a sud, dove dovrete vedervela con un robot e quattro mine. Procedete verso est fino ad incontrare una leva sul muro. Azionatela in modo che il corridoio successivo porti nella stanza a nord est. Entrati nella locazione ad est, utilizzate il save point e scendete per le scale. Arriverete al rifugio del Professor Vault e dovrete sconfiggerlo. Non si tratta di un avversario particolarmente temibile e dovreste riuscire a liberarvi di lui con una serie di combo a distanza ravvicinata.

Il Professar Vault


Sconfitto il boss vi ritroverete nel corridoio con la leva sul muro. Azionatela in modo che il passaggio porti alla stanza a sud. Cambiate personaggio e selezionate Alex, perché dovrete entrare in una locazione buia e vi servirà il suo viso-re. Eliminate i due terroristi e accendete la luce con l'interruttore che si trova vicino alla porta ad est. Recuperate il medikit dai tubi accanto alla porta e azionate la leva che si :trova accanto al globo luminoso. Tornate al corridoio mobile. Adesso potrete accedere alla piccola stanza centrale. Entrateci, prendete i tre medikit nella zona nord (state attenti alle mine!), azionate la leva per aprire la nicchia del blob verde resuscitante e tornate nella stanza buia a sud. Da qui procedete verso est, eliminate i nemici e imboccate il ponte mobile. Arrivati alla fine del ponte, utilizzate la manopola rotonda per farlo ruotare e accedere così ad una stanzetta segreta contenente una Ex bottle. Tornate al ponte, ripercorretelo e prendete l'ascensore che vi riporterà al 1° piano. Ora non vi resta che tornare al 26° piano per disattivare finalmente il campo elettrico. Inserite la seconda e terza chiave e procedete lungo il passaggio che prima era bloccato. La scelta dl Rachel

La scelta di Rachel


La stanza del campo elettrico vi porta ad un ascensore per il 27° piano. Eliminate il robot e i due palloncini ed entrate dell'ascensore. L'ascensore vi depositerà in un corridoio con un robot che si cala dal soffitto. Eliminatelo ed entrate nella prima sala della sicurezza. Prendete la Ex bottle dallo scaffale accanto al letto e proseguite nella sala adiacente. Ispezionate lo schermo a muro e godetevi la sequenza d'intermezzo. Finita l'animazione sullo schermo apparirà un timer impostato sui 60 minuti. Uscite dalla porta ad ovest, procedete lungo il corridoio, eliminate i nemici e le bombe ed entrate nella prima porta a sud. Dentro alla stanza incontrerete un altro terrorista, eliminatelo e ispezionate il pannello di controllo per azionare il ponte di collegamento. Attraversate il ponte ed entrate nella stanza successiva. Prendete il medikit dal computer e ispezionate il monitor sulla parete di sud est. Quindi avvicinatevi al grosso quadro comandi centrale e ispezionatelo. Il timer si fermerà e Rachel darà prova di tutto il suo eroismo. A questo punto dovete tornare nel seminterrato. Ripercorrete il ponte sospeso, passate per le due stanze della sicurezza e uscite sul corridoio. Andate a nord e attraversate la porta bloccata, aprendola con la leva posta alla sua sinistra. Prendete l'ascensore e scendete al 1° piano, quindi andate all'ascensore per il seminterrato e scendete nella stanza del save point, che ora ha una nuova via d'uscita. Scontro finale

Scontro finale


Salvate il gioco prima di varcare la porta, perché questo è l'ultimo punto di save che incontrerete e dovrete vedervela con la bellezza di tre boss di seguito.

Primo Boss Finale


Sul montacarichi dovrete vedervela con il tizio che vi aveva rinchiuso nella sala refrigerante. È il momento giusto per vendicarvi. Questo boss è molto veloce e potente, ma non mi ha dato troppi problemi, anche perché avevo pompato Michelle con diverse Ex bottle per un totale di 540 HP. Fate attenzione a quando comincia a girare in cerchio, perché si prepara ad un attacco potente: rimanete al centro e spostatevi late-ralmente quando sta per attaccare. Sconfitto il primo boss, arriverete ad una stanza con due robot rossi. Eliminateli e prendete i tre medikit che trovate sui tubi ai tre angoli. Quindi procedete attraverso la porta che era bloccata dal robot rosso e preparatevi a dar battaglia al...

Secondo Boss Finale


Nemmeno questo mi ha dato parecchi problemi. Basta stargli appiccicati addosso, colpirlo a ripetizione e saltare indietro quando si prepara ad attaccare. Dato che ha una barra d'energia piuttosto lunga, vi conviene affrontarlo con Burns che è il personaggio più potente e lasciare che Michelle o Alex si tengano in salute per l'ultimo boss. Inoltre, se Burns non è in pericolo di vita, potete anche fare a meno di rigenerarlo e tenere i medikit per lo scontro finale.

Ultimo Boss: Miguel


Miguel Essendo il personaggio con il doppiaggio peggiore in assoluto e una risata insopportabile, è un vero piacere eliminarlo in maniera definitiva. Ma non è così facile. La sua barra d'energia è lunga, e non solo, per procurargli dei danni dovrete colpire il cristallo rosso che ha sulla coda. La tattica migliore consiste nello stargli vicino e cercare di colpire il cristallo lateralmente. Non appena solleva le braccia per roteare, allontanatevi di corsa e rifugiatevi in un angolo, poi tornate alla carica, perché non appena smette di ruotare è molto vulnerabile. Sconfitto? Godetevi il finale, salvate la posizione e state pronti a ricominciare.

Finali e incentivi a ricominciare da capo


Senza rovinarvi la sorpresa, vi confesso che esistono due finali, uno lieto e uno no. Per avere il lieto fine dovete raggiungere l'ultimo boss nel minor tempo possibile dopo che Rachel ha utilizzato il suo sistema di alimentazione per impedire a Miguel di azionare il satellite killer.

Quanto agli incentivi per riprendere il gioco da capo, ogni personaggio ha un totale di tre costumi aggiuntivi e un'arma speciale. Per avere i costumi alternativi basta finire il gioco, mentre l'arma vi verrà assegnata in base al personaggio che avete utilizzato con più frequenza per sconfiggere i boss. Eccovi la lista: Alex: fucile con munizioni infinite.

Michelle: scimitarra, abbinata ad un vestitino da odalisca.

Burns: guantoni da pugile.

Rachel: bastoni laser e un nuovo set di mosse.