Asterix: The Gallic War

Soluzione: PlayStation

SOTTOGIOCHI


Per appropriarvi di tutti gli ingredienti necessari a Panoramix, dovrete ricercare non solo nelle piazzeforti, ma anche in tutta la Francia. Sono infatti ben sei gli ingredienti nascosti casualmente nei territori Romani Per farli vostri, dovrete cimentarvi in alcune prove: il lancio del Romano e il fracassamento dei barili. Per quanto concerne quest'ultima l'unico consiglio e di non curarvi dei combattenti Romani presenti nel luogo in cui gareggerete e di preoccuparvi unicamente della distruzione dei barilotti di legno. Il lancio del Romano, una simpatica variante del lancio del peso, e invece una disciplina decisamente più ostica. Vi saranno indispensabili numerose sessioni di allenamento prima di riuscire a uscirne vincitori. Dovrete infatti imparare ad essere pressoché infallibili poi che solo ottenendo tre lanci (o, ben più complesso, due lanci di estrema lunghezza) validi potrete conquistare l'ingrediente da voi cercato.

STRATEGIA DA ADOTTARE


Per non disperdere inutilmente le energie, è consigliabile elaborare una strategia. Quella, a parer mio, più redditizia si è dimostrata l'inibizione dei rifornimenti, peraltro utilizzata in questa soluzione. Tale strategia sfrutta l'impossibilità di rifornire territori non confinanti con il "centro di rifornimento",ossia il territorio da cui partono tutti i rinforzi. Ergo basterà conquistare pochi territori Romani per bloccare l'accesso ad un numero sensibilmente maggiore di regioni. Sarà poi semplice conquistare i territori privi di ogni Speranza di rifornimento in quanto chiusi dalle vostre truppe. Malvagio, vero?

IL DECALOGO DELLO STRATEGA GALLO


I
Elaborate e utilizzate una strategia cercando di rimanere sempre coerenti con quest'ultima.
II
Non rischiate inutilmente effettuando attacchi kamikaze. Potreste compromettere l'esito di tutta la battaglia in un solo turno.
III
Non è necessario conquistare tutti i territori romani: basta bloccarne i collegamenti con le altre regioni.
IV
Non rinforzate i territori interni al vostro regno. E' sufficiente guarnire i confini.
V
Attaccate solamente se in evidente superiorità numerica rispetto al nemico.
VI
Proteggete non meno dei confini le piazzeforti. Saranno proprio questi territori il più frequente oggetto degli attacchi Romani.
VII
Curate in modo maniacale la fase di rinforzo dei territori.
VIII
Cercate di conferire al vostro regno l'aspetto di una lunga striscia. In questo modo, pur non possedendoli effettivamente, avrete il dominio su tutti i territori racchiusi dalla vostra striscia che non potranno più avvalersi dei rinforzi d'inizio turno.
IX
Non penetrate nelle piazzeforti con un cospicuo numero di pozioni. Le troverete al loro interno.
X
Cimentatevi e allenatevi nei vari sottogiochi, il lancio del Romano in primis, in quanto indispensabili per terminare Asterix

OBBIETTIVI


Sette degli ingredienti che dovrete trovare sono situati nelle piazzeforti Romane, facilmente distinguibili dai comuni territori in quanto contrassegnate nella mappa (visibile premendo R1) da un simbolino lampeggiante Altri sei ingredienti, non meno indispensabili, sono invece sparsi casualmente per la mappa. Sarà dunque conveniente, almeno inizialmente, andare prima alla conquista delle piazzeforti e, per evitare inutili dispersioni energetiche, preoccuparsi solamente in seguito dei territori incogniti (potrebbe comunque capitarvi durante i vostri combattimenti di imbattervi in uno di questi territori e conseguentemente di appropriarvi di un ulteriore ingrediente)

E GUERRA SIA


Inizierete dal vostro villaggio fortificato da venti pozioni magiche. Per ottenere risultati soddisfacenti durante le vostre esperienze belliche,dovrete assolutamente agire secondo una determinata strategia. Quella utilizzata in questa soluzione sfrutta il fatto che non e necessario conquistare ogni territorio romano giacche e sufficiente inibirne i collegamenti con gli altri. Con i primi attacchi capirete quanto efficiente sia questa tattica e come infastidisca le truppe di Cesare fino a costringerle a ritirarsi in spazi sempre più esigui.

A OVEST DELLA FRANCIA


I primi due attacchi saranno ai danni delle regioni rispettivamente a nord e a sud del villaggio: per la precisione "Abrincatui" e "Namnetes". In questo modo bloccherete le possibilità di rifornimenti di energia non Solo di quei territori, ma anche di tutti quelli della Britannia (Osismiens, Venetes e Cunosolites) che potrete comodamente conquistare, pur non essendovi necessario, in seguito. Grazie all'iniziale apporto di energia di Panoramix avrete a disposizione trenta pozioni. Utilizzatene tranquillamente la metà per conquistare i prima citati territori. Attendete la risposta Romana che, se avrete agito come detto, non vi dovrebbe danneggiare seriamente. Dirigetevi ora verso "Carnac", territorio in cui dovrete impossessarvi di uno degli ingredienti della pozione magica. Attaccando "Carnac" fate attenzione a non lasciare "Namnetes" con meno di quattro o cinque pozioni. Non e necessario che penetriate a "Carnac" con un cospicuo numero di pozioni magiche in quanto saranno più le vostre abilità di picchiatore che quelle di stratega a decretare una vittoria o una sconfitta in questo territorio Dovrete infatti affrontare in una sorta di beat'em up a scorrimento alcuni combattenti Romani per aggiudicarvi il tanto bramato primo ingrediente della pozione. Migliori saranno gli esiti del vostro "tour" nella piazzaforte, maggiore sarà il numero di pozioni bonus che vi spetterà. Così, più o meno, accadrà ogni qualvolta vi accingerete ad appropiarvi degli ingredienti nelle piazzeforti. Possedete adesso uno degli ingredienti, ma ve ne mancano molti altri. Per farli nostri non dobbiamo far altro che proseguire con la nostra strategia d'inibizione dei collegamenti. Agiremo, dunque, come prima, anche se in regioni diverse. Ma per non rischiare attendiamo un altro turno al seguito del quale potremo ancora avvalerci dei rifornimenti di Panoramix. Dirigiamoci ora verso le "Aquae Calidae" passando per "Lemovices". Anche qui come a "Carnac", dovremo superare la prova picchiaduro che ci regalerà un numero di pozioni sufficiente a difendere nel turno successivo il nostro nuovo ingrediente. Cessiamo gli attacchi e attendiamo i rinforzi. Dovremo ora attaccare dalle "Aquae Calidae", senza per questo privarla di un numero eccessivo di pozioni, "Rutenes" e la "Città di Beziers". Rinforzate ora tutti i vostri confini dedicando il turno successivo a questa Attività. Ora potete andare senza timore (a sud-ovest della Francia non possono più arrivare rifornimenti) a conquistare altre due piazzeforti: la "Città dei Pirati" e "Narbua". Prima di farlo dovrete però assicurarvi che "Lemovices", "Carnac" e le "Aquae Calidae" siano ben fortificate, ovvero abbiano ognuno almeno sei o sette pozioni. Iniziate l'attacco da "Lemovices" e scendete percorrendo le vie più sguarnite (scrutate con attenzione la mappa con R1) fino ad arrivare alla "Città dei Pirati". Non attaccate subito, lasciate che i Romani, non potendo in quella zona rifornirsi di armate, s'indeboliscano ulteriormente attaccandovi. E ancora il vostro turno e, soprattutto, e il momento di attaccare. Fate ora irruzione nella "Città dei Pirati" e conquistatela. A questo punto, per ottenere l'effettivo dominio sulla zona ovest della Francia, dovrete impossessarvi di "Narboa". Ma non e ancora giunta l'ora di farlo. Nei due turni successivi cercate d'indebolire i Romani con degli attacchi che termineranno con la riduzione delle armate Romane per i territori dell'ovest a una sola armata, con conseguente impossibilità di un nuovo attacco. Avete finalmente reso inoffensivi i Romani della parte ovest della Francia e potete dunque conquistare in tutta tranquillità "Narboa".

LE PIAZZEFORTI


Le piazzeforti sono i luoghi in cui sono situati gli ingredienti necessari per la pozione magica. In queste locazioni il titolo si priva delle sue vesti di gioco di strategia per indossare quelle di beat'em up a scorrimento. L'energia a vostra disposizione in queste occasioni dipenderà dal numero di pozioni magiche utilizzate per l'attacco alla piazzaforte. Qualora le vostre spedizioni nelle piazzeforti andassero a buon fine verreste premiati con alcune pozioni bonus.

CARNAC


Impersonando il goffo e possente Obelix vi divertirete prendendo a pugni tra dolmen e menhir i soldati Romani. Si tratta di una prova decisamente semplice ma non per questo poco importante. Sono presenti quattro pozioni magiche: trovatele e raccoglietele tutte poichè vi saranno in seguito indispensabili per la difesa del territorio. Una e nascosta dietro al dolmen all'inizio del livello, le altre sono ben visibili durante il percorso. Cercate di evitare le enormi pietre sferiche situate sulle alture ai margini del livello e, se possibile, provate a fare cadere nella loro stessa trappola i soldati Romani che, schiacciati dal peso dei massi, periranno celermente. Giunti al termine della piazzaforte troverete alla vostra sinistra una pozione magica. Prima di prenderla combattete contro i soldati Romani che vi assaliranno. Agendo in questo modo avrete la possibilità, anche nel caso in cui i Romani vi avessero inflitto qualche colpo, di terminare "Carnac" carichi di energia.

AQUAE CALIDAE


Asterix dovrà affrontare a mani nude le truppe romane senza tuttavia, suo malgrado, potersi svagare nelle invitanti vasche termali sparse in ogni dove. Superato il ponte di legno troverete dinanzi a voi tre colonne. Costeggiatele mantenendo rigorosamente la destra. Siete giunti a un bivio. Andate a destra e, quando avrete di fronte un altro edificio, dirigetevi ancora una volta a destra. Proseguendo diritti per quella strada arriverete a un tombino. Posizionatevi sopra di esso e lasciatevi cadere. Siete nella rete fognaria, per uscirne vi basterà andare sempre dritti. Dovete ora entrare nell'edificio che contiene le vasche colme di acque termali. Cercate di non cadere al loro interno in quanto un bagno non programmato potrebbe esservi letale. Eliminate tutti i Romani e gettatevi nella fessura dell'ultima stanza. Questa sarà la vostra seconda e ultima esperienza nella rete fognaria. Dovrete solamente procedere dritti e annientare tutti i Romani per conquistare il vostro bravo ingrediente.

ClTTA' DEI PIRATI


Come facilmente presagibile dal nome, questa volta Asterix, per fare suo l'ennesimo ingrediente, se la dovrà vedere con degli agguerriti pirati. All'estrema sinistra del primo arco c'è una pozione. Superate l'arco e spostatevi sulla sinistra. Correte ora e saltate il primo muretto e poi il secondo muretto che troverete sulla strada. Proprio dietro a quest'ultimo c'è un'altra pozione magica. Uccidete ora i pirati che vi attaccheranno. Dovreste vedere una pozione alla vostra destra. Procedete dritti fino alla zattera. Una volta saliti cercate di evitare i colpi dei cannoni spostandovi camminando sulla zattera.

NARBOA


La vicinanza con la Spagna risulta evidente in questa piazzaforte. Tinte tipicamente ispaniche accompagneranno infatti le vostre azioni che culmineranno con una corrida in cui Asterix si trasformerà in matador. Procedete in linea retta fino a quando non troverete un carro. Dietro di esso c'è una pozione. Entrate nell'arco alla vostra sinistra ed eliminate i soldati Romani presenti in quel settore della piazzaforte. Prestate attenzione alle tendine presenti sopra alle porte delle varie costruzioni perché vi troverete un ingente numero di monete con le effigi di Cleopatra. Negli spazi tra gli edifici è invece presente una pozione magica. Seguendo questo itinerario troverete un muro. Alla vostra destra c'è un arco. Invece di passare per quello, tornate da quello da cui siete entrati. Dovreste essere ora ancora al carro carico di fieno. Andate questa volta dritti facendo di nuovo attenzione a quanto presente sulle tende: un'altra pozione e li ad aspettarvi. Procedendo sempre dritti troverete una porta verde. Una volta al suo interno dirigetevi verso i macchinari e seguiteli senza utilizzarli. Arriverete in questo modo all'uscita. Siete di nuovo alla luce del sole. Andate sempre dritti fino al primo, imponente arco che troverete lungo il tragitto. Superatelo e salite sulla tenda della prima casa alla sinistra dell'arco per aggiudicarvi un'altra pozione. Camminando, incontrerete due bancarelle dopo le quali c'è un edificio (prima di scalarlo procedete dritti alla destra di quello e troverete una pozione magica). Salite sul tetto di questa costruzione ed uccidete il soldato che lo popola. Dovrete ora saltare sul tetto successivo dal quale dovrete ancora balzare sul muretto che delimita la parte sinistra del balcone situato tra quel tetto e quello che lo segue. Percorrete questo muretto fino a trovarvi su un altro tetto. Spiccate un salto il più lungo possibile per arrivare su un balcone dove dovrete combattere contro un soldato Romano armato di lancia e scudo. Salite ancora sul tetto e saltate. Siete ora arrivati all'ultimo tetto, scendendo dal quale avrete praticamente finito la piazzaforte. Non vi resterà infatti che uccidere un toro non esattamente sanguinario.

ACCAMPAMENTO ROMANO


Questa è una piazzaforte piuttosto semplice caratterizzata da tende e edifici tipicamente bellici. Subito all'inizio del livello salite sulle torrette realizzate in legno che vi circondano per raccogliere ben due pozioni: una per ciascuna torretta. Per il resto procedete con cautela malmenando chiunque vi si avvicini. Raggiungerete senza difficoltà l'ingrediente da voi cercato.

LA FORESTA


Nella fitta foresta Francese dovrete procedere evitando i violenti attacchi Romani. Vi lanceranno addirittura enormi tronchi lignei. In questa piazzaforte e possibile rifornirsi di energia uccidendo i cinghiali. Balzate sui tre ceppi per superare la voragine che, altrimenti, v'impedirebbe di proseguire nel vostro tragitto. Andate sempre dritti. Arriverete in uno spazio ricco di alberi. Prendete ora a pugni il cubo per acquisire la virtù, sfortunatamente temporanea, del volo. Dovrete ora entrare nel ceppo per accedere a una sezione segreta pullulante di monete d'oro e di pozioni magiche. Tornate al bivio che avete precedentemente ignorato e andate a sinistra. Vi sarà necessario evitare alcuni tronchi per raggiungere la strada maestra. Avete in questo momento due possibilità. Andare a sinistra oppure a destra. A sinistra troverete un'altra sezione bonus assai simile a quella appena incontrata; a destra vi accingerete a terminare la piazzaforte. A infastidirvi saranno nuovamente alcuni tronchi che vi rotoleranno addosso Per evitarli saltate su quelli posti sulla sinistra e procedete con cautela. Un altro ingrediente e ora vostro.

ALPI FRANCESI


Praticamente un platform 3D ambientato sui picchi nevosi delle Alpi Francesi. Benchè non sia da considerare un'ardua impresa la vittoria in questa piazzaforte, e probabilmente questa la più difficile da superare. Nessun consiglio oltre a quello di restare estremamente attenti ... potreste imbattervi in improvvise slavine e addirittura in famelici orsi grizzly.

PRIMA LA FRANCIA POI IL MONDO


Abbiamo in questo momento quattro ingredienti. Per prendere anche gli altri dovremo spostarci a est. Dalle "Aquae Calidae" attacchiamo "Eduens" e "Sequanes". Abbiamo in tal modo bloccato anche ogni forma di rifornimento Romano alle regioni del centro e del nord est della Francia. Dobbiamo tuttavia mantenere guarniti tutti i confini con la parte sud della Francia, pertanto non sprechiamo pozioni con attacchi autolesionisti e rinforziamoci. Quando tutti i confini (Città di Beziers, Rutenes, Aquae Calidae, Eduens e Sequanes) saranno ben protetti, e i Romani blorcati in pochissimi territori potrete pensare alle piazzeforti situate a nord, ovvero "l'Accampamento Romano" e "La Foresta". Per conquistarle, attaccate da "Eduens" la regione di " Senons" e quella di "Tricasses" per poi dirigervi verso la "Foresta". Andate ancora a nord ed attaccate "L`Accampamento Romano". Non dovreste avere problemi in quanto i Romani sono chiusi a sud della Francia. A questo punto, avendoli privati della possibilità di rifornirsi, siamo in possesso de i settori occidentali e settentrionali della Francia con le loro rispettive piazzeforti.

FINCHE' L'APPETITO C'E'


Manca ancora l'ultima piazzaforte: le "Alpi Francesi". Entratevi e conquistatela. Fatto ciò non vi resterà che incorporare nei vostri territori "Allobroges" luogo da cui partono i rifornimenti Romani. Privi di qualunque possibilità di rinforzo i Romani soccomberanno schiacciati dalla vostra potenza in brevissimo tempo. Ormai, il difficile è fatto. Per terminare Asterix dovrete solamente andare alla ricerca degli ultimi sei ingredienti sparsi casualmente per la Francia Avendo ora il controllo su tutte le regioni non vi risulterà per nulla arduo ques' ultimo compito. Diversamente da quanto accadeva nelle piazzeforti, per appropriarvi degli ultimi sei ingredienti dovrete superare prove quai; il "fracassamento dei barili" e il "lancio del Romano" (una sorta di lancio del peso). Proprio ques' ultimo e caratterizzato da una non indifferente difficoltà, indi per cui provate e riprovate fino a quando non vincerete. La Francia e ora completamente vostra e Panoramix, grazie al vostro ausilio, potrà produrre nuovamente la pozione dell'invincibilità il gioco e finito andate in pace.