Questmaster: The Prism of Heheutotol

Una sola parola: classico! Che si tratti della grafica, dello scenario o della maneggevolezza del game, l'appassionato di adventure rischia di non sopportare più l'"annosa" grafica e tecnica di gioco. La scarsa animazione che dà vita allo schermo non è sufficiente a creare una buona atmosfera di gioco. E visto e considerato che Questmaster è compatibile con la scheda sonora Ad-Lib non si può perdonare l'assenza totale di suoni. Questa avventura è essenzialmente testuale e anche se è possibile usare il joystick per evitare di scrivere con la tastiera "nord o sud" per il resto ci si dovrà abituare alla presenza di una sintassi usuale ai "vecchi" eroi presentati su micro (del tipo get key, open door, ecc). Dal lato scenario, i quattro dischetti programma lascerebbero sperare in un'avventura di gran livello, ma al contrario si ritrovano tutti gli aspetti del classico adventure: morti violente a ripetizione, orientazione difficile per il giocatore... Quando si dispone di così tante carte vincenti (grafica accurata, icone, animazione di un personaggio, sintesi vocale, decori 3D, ecc..) è molto difficile fare marcia indietro..., ma pare proprio che questa volta ci siano riusciti.

Questmaster: The Prims of Heheutotol

Scheda del gioco

1 Sviluppato da N/D
2 Prodotto da Miles Computing
3 Anno di uscita 1990
4 Piattaforme Apple IIGS, Commodore 64, DOS
5 Genere Adventure
6 Modalità di gioco Giocatore singolo